Il Museo nasce nel 1996 per volontà di Giovanni Bergallo, ultimo orologiaio della famiglia Bergallo, attiva nel settore sin dal 1850, che ha donato la sua collezione al Comune di Bardino Nuovo. Ospitato nell’ex Palazzo Comunale, presenta una raccolta di orologeria monumentale prodotta dal Seicento ad oggi, che ricostruisce la storia della cultura e delle tecnica dei macchinari e degli strumenti di lavoro degli orologiai. La maggior parte degli orologi proviene dalla fabbrica della famiglia Bergallo e da donazioni di privati e di enti ecclesiastici, che ospitati nel museo sono stati fortunatamente salvaguardati.

Svolge attività di ricerca, studio e divulgazione sulla storia della fabbrica Bergallo, oggetto di mostre, workshop e pubblicazioni. Conta su un laboratorio di restauro e recupero degli orologi e su una rete di esperti del settore per consulenze tecniche e scientifiche. Collabora con numerose istituzioni culturali sia sul territorio che su scala nazionale per promuove progetti turistici e di comunicazione tesi alla valorizzazione della propria storia. Il Museo ospita circa 32 orologi da torre provenienti prevalentemente dalla casa-officina della famiglia Bergallo, orologi di diverso formato e tipologia, elementi di orologeria (ruote, pignoni, perni, fiancate, lancette, ecc.) e materiale iconografico e documentario. Fotografie antiche, appunti di lavoro, conti e preventivi ricostruiscono il clima produttivo della fabbrica artigiana Bergallo. Completa il percorso espositivo la visita alla casa-officina la cui facciata è decorata con orologi e lancette, esempio di architettura visionaria, al cui interno sono conservati gli strumenti di lavoro della vecchia famiglia di orologiai.

INFORMAZIONI
Piazza can. Giuseppe Folco, 17020 Tovo San Giacomo - frazione Bardino Nuovo (SV)
Visita il sito

A pagamento.
Condividi con