Il Museo della Tecnica Elettrica, omaggio permanente ad Alessandro Volta, inventore della pila e professore di fisica sperimentale a Pavia, è stato inaugurato nel 2007 con l’obiettivo di presentare il patrimonio storico della tecnica elettrica e il suo impatto su tutti gli aspetti della vita quotidiana. In uno spazio di 5.000 mq sono esposti più di 7.000 oggetti, pezzi unici e originali provenienti da alcune delle più importanti collezioni italiane industriali e scientifico-didattiche (Enel, Sirti e Università di Pavia). Il Museo conserva ad esempio un alternatore proveniente dalla centrale elettrica di Paderno d’Adda, un tram della città di Milano, un acceleratore di particelle, un generatore eolico e Eta Beta II, un generatore di fusione nucleare frutto di un importante progetto scientifico italiano. Nel percorso è esposto anche un esemplare originale di macchina Enigma che, pensata per proteggere dallo spionaggio industriale brevetti e progetti, divenne un sistema di comunicazione criptata utilizzato dai principali stati maggiori degli eserciti novecenteschi. Dal 2021 anche il deposito del Museo è aperto al pubblico, che potrà così apprezzare una collezione di centinaia di oggetti di uso comune che hanno segnato l’evoluzione della tecnica elettrica applicata alla fotografia, alla musica, all’informatica, oltre a sezioni di approfondimento dedicate a turbine idrauliche, veicoli elettrici, centrali telefoniche e apparecchiature militari.

 

Informazioni di contatto:

Museo della Tecnica Elettrica

Via Ferrata, 6. 2700 Pavia (PV)

mte@unipv.it

prenotazionimte@unipv.it

Tel: +39 0382 984105 – 0382 984106


INFORMAZIONI
Museo della Tecnica Elettrica
Via Ferrata, 6. 2700 Pavia (PV)
Tel. +39 0382 984105
Email: mte@unipv.it
Link al sito

Condividi con