2021
LUGLIO - DICEMBRE
Vent'anni di cultura d'impresa
Il Grand Tour tra i valori dell’Italia intraprendente
Mostra
Come to Light - Fotografie di Luigi Bussolati
Giovedì 16/9
Ore 18.00 - 20.00

Casa dell'Energia e dell'Ambiente
Piazza Po, 3
Milano, MI

In occasione del Photofestival 2021 e della XX Settimana della Cultura d’Impresa, Fondazione AEM è lieta di promuovere e ospitare dal 16 settembre al 29 ottobre 2021 in Casa dell’Energia e dell’Ambiente la mostra di Luigi Bussolati Come to light, a cura di Andrea Tinterri.

Bussolati costruisce un racconto in cui l’industria si confonde con germinazioni, cortecce, residui naturali che simulano universi, viaggi spaziali. Lungo il percorso espositivo i progetti e i vari cicli di lavoro si confondono, alternandosi e dando vita ad una nuova sintassi. L’archivio di Luigi Bussolati, uno dei grandi fotografi che hanno documentalo lo sviluppo e le trasformazioni di AEM, è luogo da reinventare, un bacino da cui attingere e da riscrivere deliberatamente. In questo modo lo spazio espositivo si fa labirinto, grotta a cui accedere, dove scoprire segni e gesti di una natura meccanica, di un’industria che cede a suggestioni letterarie, filmiche.

Mostra accessibile solo su prenotazione e con Green Pass.


Ingresso libero fino a esaurimento posti
prenotazione Obbligatoria

CONDIVIDI

In occasione del Photofestival 2021 e della XX Settimana della Cultura d’Impresa, Fondazione AEM è lieta di promuovere e ospitare dal 16 settembre al 29 ottobre 2021 in Casa dell’Energia e dell’Ambiente la mostra di Luigi Bussolati Come to light, a cura di Andrea Tinterri.

Bussolati costruisce un racconto in cui l’industria si confonde con germinazioni, cortecce, residui naturali che simulano universi, viaggi spaziali. Lungo il percorso espositivo i progetti e i vari cicli di lavoro si confondono, alternandosi e dando vita ad una nuova sintassi. L’archivio di Luigi Bussolati, uno dei grandi fotografi che hanno documentalo lo sviluppo e le trasformazioni di AEM, è luogo da reinventare, un bacino da cui attingere e da riscrivere deliberatamente. In questo modo lo spazio espositivo si fa labirinto, grotta a cui accedere, dove scoprire segni e gesti di una natura meccanica, di un’industria che cede a suggestioni letterarie, filmiche.

Mostra accessibile solo su prenotazione e con Green Pass.


Logo associato
CONDIVIDI